Carceri: Casini, in Parlamento con provvedimenti veri

(ANSA) – LECCE, 15 AGO – ‘Dobbiamo accettare la giusta provocazione radicale di occuparci di piu’ delle carceri italiane e arrivare con dei provvedimenti veri in Parlamento come quelli anche su cui ha gia’ incominciato il ministro della Giustizia’. Lo ha detto il leader dell’Udc, Pierferdinando Casini, dopo aver visitato insieme ai parlamentari salentini Lorenzo Ria e Salvatore Ruggeri la casa circondariale di Borgo San Nicola di Lecce dove ha trovato una ‘situazione difficile, perche’ c’e’ il doppio di carcerati di quelli che potrebbero essere ospitati’ e dove ha registrato ‘un grande sforzo della polizia penitenziaria e una grande civilta’ da parte dei carcerati’.

Il sovraffollamento per Casini ‘e’ un elemento di cui prendere atto. Certo, bisogna lavorare, fare qualcosa di concreto, incisivo, anche con ipotesi depenalizzazione, uso di alternative al carcere, che si possono applicare’. ‘Le misure alternative – ha insistito – sono una priorita’ assieme all’edilizia carceraria. Io non stabilirei delle classifiche.

Bisogna fare tutto: nuove carceri, una strategia di misure alternative e forse bisogna depenalizzare alcuni reati. E soprattutto, piu’ della meta’ degli ospiti del carcere di Lecce, sono detenuti in attesa di giudizio definitivo. Questa e’ un’altra cosa vergognosa, intollerabile, incivile’.

‘Ci siamo occupati di processi brevi, processi lunghi – ha concluso Casini – occupiamoci finalmente di snellire queste procedure infinite, che sono indegne di un paese civile’.

 

 

 










Lascia un commento