Cossiga: Carra, ci manca il suo punto di vista

Roma, 17 ago. (Adnkronos) – ‘Caro Francesco, te ne sei andato l’altr’anno come facevi spesso in vita. Ti alzavi da tavola e scomparivi senza salutare nessuno. Questo succedeva quando gli ospiti erano noiosi e i loro discorsi infarciti di luoghi comuni. Tu non ne potevi piu’ e li abbandonavi. Cosi’ l’anno scorso hai fatto con noi’.
Lo scrive Enzo Carra, deputato dell’Udc nel suo blog, in ricordo del presidente Francesco Cossiga scomparso lo scorso anno.

‘Tante volte, in questi mesi, ho sentito dire: qui ci vorrebbe Cossiga. Chissa’ cosa avrebbe detto di questo o quello. Ci manca proprio! Si’, ci manchi. Ma non per quello che avresti saputo potuto dire. Possiamo immaginare senza sforzo i tuoi giudizi sul processo di corrosione che investe il nostro Stato, la nostra democrazia. Aver dato l’allarme per le prime avvisaglie di questo declino ti costo’ insulti, accuse, infamie di ogni tipo”.
“Figurarsi oggi, quando la metastasi ha invaso anche quelle istituzioni che sembravano poter resistere a questo male. Consolati Francesco -conclude Carra- ti sei risparmiato altri insulti e il dolore che sempre ti assaliva quando dicevi ad alta voce le cose che gli altri riuscivano a mormorare. E comunque non ti dimenticare di noi’.










Lascia un commento