Manovra: Casini, no contributo solidarietà, piuttosto aumento Iva

Roma, 20 ago. (TMNews) – “Così com’è, la manovra è invotabile perché tartassa i soliti noti. Per correggerla non basta il pur giusto inserimento del quoziente familiare”. Secondo Pier Ferdinando Casini dal decreto del governo va eliminata “la tassa sul ceto medio che non ha niente di solidale, niente di europeo”.

Ospite a Sky Tg24, il leader dell’Udc spiega che in alternativa al contributo di solidarietà si può pensare ad un piccolo aumento dell’iva. “Non indiscriminato perché rischia di generare controindicazioni palesi sui consumi – precisa – ma dello 0,2.

Portare l’iva dal 20 per cento al 20,2 consentirebbe di eliminare il prelievo di solidarietà che è una pessima idea che è venuta a qualcuno”.










Lascia un commento