Manovra: Buttiglione, sui cattolici Bersani non ha complessi

Roma, 24 ago. (TMNews) – “Questi favoleggiati favori fiscali non esistono. Dobbiamo risalire all’anticlericalismo dell’800 per trovare posizioni simili. Ma la Chiesa, adesso, è povera al servizio dei poveri”.
Dopo il polverone politico levatosi sull’opportunità di rivedere i rapporti ‘fiscali’ con la Chiesa per far fronte alla crisi economica, il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione, ha voluto fare chiarezza. In un’intervista al quotidiano ‘Il Messaggero’, l’esponente centrista si è detto compiaciuto dell’atteggiamento che sulla questione ha tenuto il leader del Pd: “Bersani, dimostra di non avere complessi verso nessuno, e sa quello che invece i Radicali fingono di non sapere: l’esenzione dall’Ici di cui gode la Chiesa, riguarda solo le attività non commerciali, anche laiche, e non e’ costruita ad hoc per le istituzioni cattoliche”.

“Non voglio creare polemiche – ha aggiunto – ma un sacerdote oggi guadagna molto meno di un operaio specializzato. Sono verità banali che i radicali ignorano, non vogliono comprendere. Perchè non offrono i denari ricevuti per Radio Radicale come servizio pubblico? Questo andrebbe fatto”. Infine, Buttiglione ha ricordato come “In Italia è stato raggiunto un equlibrio nella legislazione degli edifici ecclesiastici. Non c’è bisogno di cambiarla. Il denaro dato alla Chiesa va direttamente ai poveri”.










Lascia un commento