Manovra: Casini, e’ evidente che i conti non tornano

(ANSA) – ROMA, 30 AGO – ‘E’ evidente che i conti non tornano’. Lo dice il leader Udc Pier Ferdinando Casini, commentando al Tg3 la manovra del governo.

Casini oltre a criticare le scelte sulle pensioni, e’ deluso da una manovra che negli ultimi giorni ‘e’ peggiorata’ rispetto a quanto annunciato nei giorni precedenti. In particolare, non si e’ parlato piu’ di abolizione delle provincie, che sarebbe stata ‘una scelta costruttiva’.

Insomma, ‘questa manovra cosi’ com’e’ e’ pessima’ – dice – anche se i centristi faranno ‘di tutto per migliorarla’. ‘La miglioreremo, se saremo ascoltati; finora e’ stato solo un dialogo all’interno della maggioranza’.

‘Comunque – prosegue Casini – il presidente del Senato Schifani nei giorni scorsi ci ha chiamato, ha chiesto collaborazione istituzionale da parte dell’opposizione. L’ho rassicurato, e rassicuro tutti gli italiani: cercheremo di evitare guai peggiori’.

Sull’eventualita’ che il governo ponga la fiducia, il leader Udc replica: ‘Se il governo mettesse la fiducia, contraddirebbe tutto quello che e’ stato detto ad agosto, a partire dagli appelli condivisi da tutti che Capo dello Stato ci ha rivolto’.(ANSA).










Lascia un commento