Manovra: Casini, balletto indecente, se ne rischia altra

(ANSA) – CHIANCIANO (SIENA) 10 SET – ‘La manovra e’ stata un balletto indecente, manca di credibilita’ con i balbettii del governo, le marce avanti e indietro. Se andiamo avanti cosi’, tra pochissime settimane dovremo fare un’altra manovra’. Lo afferma Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, nel suo intervento alla festa del partito a Chianciano.

‘La manovra – aggiunge – e’ tutta costruita sull’ inasprimento della pressione fiscale e non c’e’ niente per la crescita’. ‘Oggi – prosegue – Tremonti dice che ci saranno provvedimenti per la crescita. Speriamo che non ce ne siano cinque versioni come e’ stato per la manovra’. Il leader Udc sottolinea la necessita’ di varare un intervento sulle pensioni perche’ ‘stiamo rubando il futuro ai nostri ragazzi’. Quanto ai tagli dei parlamentari, Casini precisa che ‘noi sui costi della politica non abbiamo fatto niente, ha fatto tutto il governo, stabilendo sacrifici per la classe politica e poi tornando indietro. Io dico che non siamo credibili se chiediamo sacrifici e poi non siamo disponibili a fare il primo passo’. Oggi, per Casini, l’Italia e’ meno credibile della Spagna perche’ ‘in Spagna il presidente del Consiglio ha detto: non ce la faccio, getto la spugna e vado a elezioni. Questo ha consentito alla Spagna un’unita’ tra le forze politiche che ha portato in due mesi alla riforma costituzionale. Invece da noi c’e’ un immobilismo totale che fa danni alla politica’. (ANSA).

 










Lascia un commento