Gay: Buttiglione, per aggressioni ok aggravante motivi abietti

(DIRE) Roma, 13 set. – “Aggredire fisicamente un omosessuale per le sue scelte e’ una cosa indubbiamente abietta. Per questo motivo appare del tutto corretta l’interpretazione del pubblico ministero di Milano Elio Ramondini che ha contestato l’aggravante dei motivi abietti all’uomo che ha colpito una donna che era in compagnia di un’amica”. Lo dice il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione. Il pm, aggiunge, “ha interpretato correttamente la legge e ha mostrato che non c’e’ alcun bisogno di creare discriminazioni con un’aggravante specifica per l’omofobia, che giustamente rientra tra i motivi abietti”.

 

 

 










Lascia un commento