Manovra: Casini “non basta chiedere dimissioni premier”

ROMA (ITALPRESS) – “Rischiamo di fare la fine della Grecia, e’ uno sprovveduto chi non se ne rende conto”. Lo ha affermato il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, intervenendo a “La Telefonata” di Maurizio Belpietro, su Canale 5. Per Casini “e’ necessario un passo indietro di Berlusconi, accompagnato pero’ dall’impegno dell’opposizione a concordare con lui un’agenda delle cose da fare. Non possiamo limitarci a salvarci la coscienza gridando ‘Dimissioni, dimissioni’. Ieri si e’ verificata una cosa importante. Proprio mentre Berlusconi a Bruxelles accusava l’opposizione italiana di irresponsabilita’ ha avuto la risposta in diretta da Roma: la pregiudiziale di costituzionalita’ sulla manovra e’ stata respinta anche con i voti di Pd, Udc e Fli, forze responsabili che capiscono che e’ meglio una cattiva manovra che nessuna manovra”.










Lascia un commento