Manovra: Libè, dopo spot si è affossato federalismo

(ANSA) – ROMA, 14 SET – ‘Ormai, dopo le tante promesse tradite, nessuno nella maggioranza, neanche la Lega, parla piu’ di federalismo. In questa legislatura, infatti, al di la’ degli spot e degli annunci di facciata si e’ andati nel senso opposto, privando i Comuni di una parte importante delle loro risorse finanziarie e, come se non bastasse, varando una serie di disposizioni disorganiche e spesso contraddittorie che hanno di fatto cancellato l’autonomia organizzativa e gestionale prevista dalla Costituzione’. Lo dichiara il deputato e responsabile Enti locali dell’Udc, Mauro Libe’, che ha presentato un ordine del giorno alla manovra economica.

L’ordine del giorno impegna il Governo ad istituire una Commissione paritetica, composta da rappresentanti di Governo, Regioni, Province e Comuni per verificare la legislazione in materia di patto di stabilita’, costi di funzionamento degli organi e degli apparati della Repubblica, assetto istituzionale ed amministrativo e per predisporre una proposta di riforma in senso federale entro 90 giorni secondo i principi di riduzione degli organi e dei costi, di soppressione delle duplicazioni, di semplificazione dei processi decisionali e di valorizzazione dell’autonomia dei territori e della responsabilita’ verso i cittadini.










Lascia un commento