Pensioni: Casini, senza riforma sono i giovani a pagare

(ANSA) – TARANTO, 16 SET – ‘Noi siamo un Paese che vive al di sopra delle proprie possibilità e il sistema previdenziale è emblematico. Bossi ha detto: noi non vogliamo mettere le mani addosso alle vecchiette con la riforma delle pensioni. E io gli ho risposto: infatti le stiamo mettendo addosso ai giovani perchè i nostri figli non riusciranno ad avere le pensioni che abbiamo noi’. Lo ha sottolineato a Taranto il presidente dell’Udc Pier Ferdinano Casini nel corso di un’assemblea a cui hanno partecipato anche il segretario regionale Angelo Sanza e il presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese.
‘Noi – ha proseguito Casini – abbiamo un sistema di mercato del lavoro. Sarebbe meglio avere maggiore flessibilità in uscita e maggiori possibilità in entrata, altrimenti i nostri giovani saranno ridotti al precariato permanente’. Secondo il leader dell’Udc, ‘gli italiani non ne possono piú di faciloneria, di promesse e di inganni. Noi – ha osservato – non abbiamo la bacchetta magica peró vogliamo parlare col linguaggio della verità e della serietà. Per anni abbiamo avuto politici che dispensavano solo promesse facili e ora ne paghiamo le conseguenze. La gente ha dato fondo ai risparmi e ora li ha finiti tutti: questa e’ la grande incognita italiana’.










Lascia un commento