Finmeccanica: Carra, è sos, Tremonti intervenga

(ANSA) – ROMA, 21 SET – ‘La questione morale che sta investendo Finmeccanica e il suo futuro e’ sotto gli occhi di tutti. Di sicuro, anche del presidente del Consiglio. Capisco che sia lui che il ministro Tremonti abbiano qualche altro grattacapo, ma spiegare come il governo intende risollevare l’immagine di una delle aziende di Stato piu’ importanti e strategiche del nostro Paese dovrebbe rappresentare una priorita’ visto il preoccupante deprezzamento del titolo in Borsa’. Lo afferma il deputato dell’Udc Enzo Carra che in un’interrogazione al ministro Tremonti, sottoscritta anche dal collega Savino Pezzotta, sollecita ‘iniziative per limitare il danno di immagine, di credibilita’ e le ricadute economiche negative per la partecipata Finmeccanica e per i suoi 76mila dipendenti’.

‘Prima l’inchiesta sugli appalti dall’Enav, poi la presunta attivita’ di riciclaggio per l’acquisizione della Digint da parte di Gennaro Mokbel, quindi – sottolinea l’esponente centrista – le ipotesi di corruzione internazionale nell’acquisizione di commesse militari in America Latina con l’ausilio di un ‘certo’ Valter Lavitola: lo stesso Lavitola che, da latitante all’estero, ha intascato piu’ di 15 milioni e 200mila euro come finanziamento pubblico al quotidiano ‘L’Avanti!’ salvo poi dirottarli alla sua azienda di pesca in Brasile impegnata nel commercio all’ingrosso di prodotti della pesca congelati, surgelati, conservati e secchi’. (ANSA).










Lascia un commento