Procreazione: Binetti, legge 40 una buona norma

(ANSA) – ROMA, 21 SET – “La legge 40 la ritengo una buona norma, ma credo che bisognerebbe piuttosto lavorare per migliorare la modalita’ di applicazione della stessa”. E’ questa l’opinione della senatrice Udc Paola Binetti, che questa mattina e’ intervenuta ad una tavola rotonda sulla Procreazione medicalmente assistita, organizzata nella sede dell’European Hospital. Nel corso del dibattito e’ intervenuto anche Ermanno Greco, direttore del centro di Medicina della Riproduzione dell’Ospedale (che dal 1994 ha eseguito 1600 transfert embrionali, con il 33% di gravidanze portate a buon fine), ribadendo che “il ruolo del medico e’ solo quello di curare i pazienti”. Anche se non va dimenticato, ha voluto precisare Padre Gonzalo Miranda, docente di bioetica e teologia morale presso l’Universita’ Regina Apostolorum di Roma, che “il desiderio di avere un bambino non rappresenta un diritto assoluto ma dipende soprattutto dal rispetto del nascituro”. Umanizzare la PMA, ha concluso Paola Binetti, significa “accompagnare e sostenere la coppia nel percorso ospedaliero; io da sempre ho difeso la legge 40 e la ritengo una buona norma”.










Lascia un commento