Bagnasco: Voltaggio, neocatecumenali pronti servizio politica

(ANSA) – ROMA, 27 SET – ‘Il nostro Paese ha bisogno di una nuova stagione politica poiche’ la gente non crede piu’ nella politica, lontana dalle esigenze quotidiane della popolazione.

In questo senso, Identita’ cristiana vuole mettersi al servizio della politica e portare il proprio specifico che sono i valori della dottrina sociale della Chiesa che puo’ essere una bussola e un faro per rinnovare la nostra societa”. Lo afferma all’ANSA, Paolo Voltaggio, consigliere comunale in Campidoglio e presidente di Identita’ cristiana, associazione di riferimento dei neocatecumenali, che ha promosso in una sala dei Musei capitolini il convegno ‘I media formano e deformano le coscienze’, cui partecipano, tra gli altri, il presidente dell’Udc Rocco Buttiglione, il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il commissario Agicom, Roberto Napoli e il direttore dell’Avvenire Marco Tarquinio. Commentando la prolusione del cardinale Bagnasco e, in particolare, il richiamo a un rinnovato impegno dei cattolici in politica, Voltaggio spiega: ‘Attualmente c’e’ l’esigenza di creare un luogo dove i cattolici possano stare piu’ a loro agio in politica perche’ evidentemente gli attuali schieramenti non garantiscono una reale indipendenza dei cattolici. D’altra parte, questo fermento che sta nascendo lo vedo con favore. Vedremo poi se nascera’ qualcosa di nuovo ma l’importante e’ non far affogare un fermento che sta crescendo sempre piu’ nei movimenti, nelle associazioni ecclesiali e nei cattolici. Un fermento che deve essere raccolto da qualcuno’. Dall’Udc? ‘Puo’ essere qualcuno – replica – che proponga effettivamente qualcosa di nuovo, una politica basata sulla rappresentanza, che risponda ai problemi della gente e che non guardi agli interessi di pochi ma di tutti. Un partito che abbia questo coraggio potrebbe anche essere l’Udc ma il cammino e’ ancora lungo’.










Lascia un commento