Ambiente: Dionisi, per depurazione nel Lazio stimolare intervento capitali privati

(AGENPARL) – Roma, 28 set – “La situazione della depurazione delle acque nella Regione Lazio, negli ultimi anni, ha avuto un sostanziale miglioramento, anche se restano delle forti criticità’ nelle aree a forte urbanizzazione e nelle aree agricole. L’abusivismo edilizio ha contribuito ad aggravare il problema della depurazione. La crisi economica, le difficoltà’ di finanza pubblica, la scarsità’ di risorse degli Enti Locali e delle Regioni allontanano la soluzione del problema”. Lo afferma all’Agenparl Armando Dionisi, deputato Udc della Commissione Ambiente della Camera. “Il governo – aggiunge – invece di sostenere le Regioni con interventi per la realizzazione di infrastrutt ure di depurazione, continua a tagliare i trasferimenti alle regioni e ai comuni, mettendo a repentaglio, addirittura , la erogazione dei servizi essenziali. La sensibilità’ sul tema ambientale e’ cresciuta e la legislazione in materia risulta più’ incisiva, dopo l’approvazione del codice ambientale, ma ha bisogno di adeguate risorse per la realizzazione di reti e impianti di depurazione. I danni ambientali che producono la mancanza di infrastruttur e di depurazione sono allarmanti per i nostri fiumi, per il nostro mare e per le sorgenti. La materia e’ di competenza regionale, ma ciò’ non giustifica l’assenza di iniziativa a livello nazionale. La scarsità’ di risorse e il costo rilevante degli investimenti per le Regioni impongono di perseguire strade nuove che stimolino interventi di capitali privati”.










Lascia un commento