Italiani all’estero: Udc, garantire corretta procedura per il voto

(AGENPARL) – Roma, 28 set – Il voto degli italiani all’estero può diventare determinante. Basti pensare che la corretta procedura può, in caso di referendum, concorrere al raggiungimento del quorum. Un gruppo di parlamentari dell’Udc lamentando i disagi riscontrati dai nostri connazionali nel corso dell’ultimo referendum, ma anche nelle elezioni politiche del 2006 hanno presentato una mozione per impegnare il governo a tutelare un diritto costituzionalmente garantito. Secondo i parlamentari i problemi sono dovuti oltre che alla cattiva gestione della corrispondenza, anche ad un problema di scarsa sincronizzazione tra le banche dati dell’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire) e quella del Ministero dell’interno.










Lascia un commento