Droga: Bosi a Gelmini, obbligare a test chi assiste minori

Firenze, 28 set. – (Adnkronos) – L’on. Francesco Bosi (Udc), dopo la nota vicenda dell’educatrice di una scuola elementare fiorentina che ha avuto un malessere dovuto all’assunzione di eroina nella toilette della scuola, ha chiesto, al ministro della Funzione Pubblica, un provvedimento legislativo che tenda ad evitare il verificarsi di simili situazioni . In questo senso ha inviato una lettera allo stesso ministro. ‘Caro ministro, come ti ho gia’ accennato verbalmente, riterrei opportuna una normativa che obbligasse il personale della Pubblica Amministrazione, che assiste i cittadini in condizione di debolezza (infanzia, malati etc.), a sottoporsi a test antidroga. Solo qualche giorno fa, ad esempio, a Firenze un’educatrice di scuola elementare si e’ sentita male nella toilette per essersi iniettata eroina. Sembra fosse consumatrice abituale. E’ evidente – afferma il parlamentare dell’Udc nella lettera – che cio’ puo’ coinvolgere piu’ persone di quanto si creda. Il prefetto di Firenze ha pubblicamente dichiarato che la P.A., in assenza di una legge, non puo’ obbligare i propri dipendenti a sottoporsi a questi tipi di test, come invece sosteneva il Sottosegretario Giovanardi. Sono, pertanto, a chiederti di voler assumere un’iniziativa legislativa ‘ad hoc’ che ritengo molto attesa ed auspicabile’.










Lascia un commento