Crisi: Casini, necessario atto di responsabilita’ per salvare il Paese

Roma, 1 ott. (Adnkronos) – Di fronte alla pubblicazione della lettera della Bce, al manifesto della Confindustria e alle prese di posizione dei sindacati occorre che la politica faccia fronte comune per salvare il paese. Lo ha sottolineato il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, anche alla luce dell’appello fatto pubblicare oggi sui maggiori quotidiani nazionali dall’imprenditore Diego Della Valle.

“Prima la Bce -ha osservato Casini poco prima di prendere parte alla direzione nazionale dei Liberal Democratici- poi le parti sociali, hanno avanzato rilievi seri al nostro paese e hanno chiesto al governo di svegliarsi. Serve un patto di condivisione del documento della Bce e delle parti sociali. Chi condivide queste idee e’ chiamato a salvare il paese, indipendentemente dall’appartenenza alla maggioranza o all’opposizione. Ambiguita’ e furberie non sono piu’ ammesse”.

“Chi condivide questo programma di risanamento per l’Italia -ha insistito Casini- e’ chiamato a realizzarlo in Parlamento con una maggioranza per la salvezza nazionale. Partiamo dai contenuti e non dalle vecchie casacche ideologiche, usciamo dal generico. Scriviamo ricette dure e impopolari per il risanamento. Penso che anche il giusto appello di Diego Della Valle vada in questa direzione. Non perdiamo altro tempo -conclude Casini- perche’ la barca sta affondando”.

 

 










Lascia un commento