Giochi: D’Alia, subito leggi per contrastare quello d’azzardo

Roma, 05 OTT (il Velino/AGV) – Affrontare in Parlamento il tema delle ludopati’e e del contrasto al gioco d’azzardo “non e’ un rito inutile ma vuol dire affrontare una vera emergenza nazionale”. Lo ha detto il capogruppo dell’Udc in Senato, Gianpiero D’Alia, nel corso della discussione della relazione Antimafia sul gioco d’azzardo. Per D’Alia “non ci possiamo rassegnare impotenti di fronte a chi ci dice che ‘pecunia non olet’ e che con i soldi delle scommesse e delle lotterie manteniamo il bilancio dello Stato”. Secondo il capogruppo centrista e’ “necessario” calendarizzare leggi di contrasto al gioco d’azzardo perche’ esso “rappresenta il punto di incontro di gravi distorsioni dell’assetto socio-economico, l’esposizione dei redditi degli italiani a rischio di erosione, favorisce l’interesse del crimine organizzato e l’arricchimento di alcuni concessionari e alimenta il collegamento diretto con fenomeni criminali quali l’usura, l’estorsione, il riciclaggio”. In un contesto in cui, conclude il capogruppo centrista “il governo e l’erario non ostacolano il ricorso ad incentivazioni della ‘malattia del gioco’, con un meccanismo che favorisce ‘forme occulte di prelievo dalle tasche dei cittadini, mascherando tale prelievo con l’ammiccante definizione di gioco, divertimento e intrattenimento’, ci saremmo aspettati un vero dibattito parlamentare nonostante il cinismo e l’assenza del governo su questa materia”.










Lascia un commento