Veneto: Valdegamberi, Zaia faccia mea culpa su declassamento

(AGENPARL) – Roma, 07 ott – Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale veneto Stefano Valdegamberi interviene, con una nota, per commentare le reazioni del Presidente Zaia alla notizia del declassamento del veneto da parte dell’agenzia di rating Moody’s. “Il Governatore del veneto – afferma il consigliere Udc – accusa l’agenzia di rating Moody’s per il declassamento della Regione; un giudizio che, a suo dire, sarebbe mosso “anche da velati scopi politici. Siamo alle solite. Ogni volta che il governo della regione riceve critiche o giudizi sferzanti la colpa, è sempre della strumentalizzazione politica”.
“Zaia – prosegue Valdegamberi – dimentica che Moody’s non esprime valutazioni sulla base di simpatie o meno verso i seguaci di Alberto da Giussano, ma dopo un’attenta analisi dei bilanci e delle politiche economiche dei soggetti oggetto della valutazione”.
“La posizione di Zaia – conclude l’esponente Udc – è stucchevole perché, invece di scusarsi per le condizioni in cui ha ridotto il bilancio della Regione, continua a propinarci il minestrone riscaldato della persecuzione politica. Perchè non dice chiaramente, ad esempio, che la regione da lui amministrata non paga i fornitori da oltre due anni; che le politiche sociali, le scuole paritarie, i servizi per i disabili sono al collasso; che veneto Sviluppo non eroga i fondi per le imprese a causa delle beghe interne alla sua maggioranza?”.










Lascia un commento