Crisi. Casini: governo escluda il condono all’unanimita’

(DIRE) Bologna, 8 ott. – “E’ una vergogna che si parli di condono”. Il leader dell’Udc Pierferdinando Casini interviene contro l’ipotesi emersa ieri e chiede al Governo Berlusconi di toglierla definitivamente dal tavolo. Il condono e’ infatti “un’ulteriore offesa per i cittadini onesti di questo paese, che svuota completamente ogni proposito di lotta all’evasione fiscale. Poiche’ le ombre non sono dissipate- prosegue Casini, oggi a Bologna- noi chiediamo che il Governo si pronunci unanimemente dopo le cose che il Pdl ha detto ieri, respingendo l’ulteriore offesa ai cittadini”. Casini, oggi a Bologna, rileva anche l’assenza di proposte per lo sviluppo economico da parte dell’esecutivo. “Non c’e’ un’idea per rilanciare lo sviluppo di questo paese. Se dopo tutte le discussioni sul decreto sviluppo l’unica idea che la maggioranza partorisce e’ il condono, cioe’ un insulto ai cittadini, vedete che veramente siamo all’anno zero, mentre il paese ha bisogno di essere governato”.










Lascia un commento