Droga: de Poli, governo assente e la gente si tutela

(ANSA) – ROMA, 8 OTT – ‘La notizia non mi sorprende affatto. Il Governo e’ assente e la gente si organizza come puo’ per tutelarsi’. Con queste parole Antonio De Poli, deputato e portavoce nazionale Udc, commenta la notizia del sacerdote che, a Padova, ha deciso di mettere il filo spinato intorno alla recinzione della propria parrocchia per difendere la comunita’ dagli spacciatori. ‘Il sacerdote, in questione – commenta De Poli -, ha messo coraggiosamente in atto un modo per proteggere i parrocchiani dagli spacciatori. Un gesto che definirei eroico considerando che questa azione mette a rischio anche la sua incolumita’ fisica. Questo deve farci riflettere: il Governo e’ assente e taglia indiscriminatamente in modo irresponsabile. Con l’ultima manovra i tagli nel comparto sicurezza hanno sforato i 2 miliardi di euro. Il Governo guidato da Lega e Pdl che ha vinto le elezioni facendo una campagna elettorale sulla sicurezza, nell’ultima manovra, ha tagliato 600 milioni che si aggiungono ad altri 1,5 miliardi di tagli nelle precedenti manovre. L’Udc, solo un mese fa, aveva accolto l’appello dei sindacati e aveva lanciato l’allarme. Quando lo Stato non c’e’, i singoli si organizzano autonomamente e questo non e’ affatto un bel segnale perche’ vuol dire che la gente non ha piu’ fiducia nella politica’, conclude De Poli. (ANSA).










Lascia un commento