Governo: Galletti, staccate spina o restate al palo

(9Colonne) Roma, 14 ott – Gianluca Galletti, vice capogruppo Udc alla Camera, in una intervista al Quotidiano nazionale, lancia un “appello”, “a chi sta accanto a Berlusconi di avere un comportamento responsabile nei confronti del Paese; li invito a staccare la spina al governo. Loro sanno bene che molti di loro non saranno rieletti, ma al Paese serve un governo istituzionale per portare a termine la legislatura, facendo quelle riforme che nessuno da solo è in grado di fare e consentendo a tutti i partiti di rimettersi in gioco…”.

“E’ mio dovere chiederlo – prosegue -. Abbiamo davanti un governo che non è in grado di andare avanti, ma che si attacca ostinatamente a una sopravvivenza che sta facendo solo male al Paese”, “perché questo governo non è più credibile, Berlusconi ha fatto il solito discorso pieno di chiacchere. E’ chiaro che la risposta delle Borse non può che essere questa. Lo spread tra noi e la Spagna ieri ha toccato il massimo storico..”. Nel suo discorso, per la prima volta Berlusconi ha evocato le elezioni. Le è parso che voglia essere lui a pilotare la crisi? “Berlusconi si sta assumendo la responsabilità di portare allo sfascio il Paese, ma noi dell’Udc non abbiamo certo paura delle elezioni, visti soprattutto i numeri degli ultimi sondaggi. C’è bisogno di risposte forti, vere di riforme che diano credibilità e un futuro serio.

Avremmo bisogno di un governo politico, legittimato a continuare a governare, soprattutto per fare quelle riforme che appaiono indispensabili e che invece latitano”.

 

 

 

 

 










Lascia un commento