Comune: Onorato, basta con auto blu, si risparmiano 10 mln

(DIRE) Roma, 14 ott. – Il capogruppo Udc, Alessandro Onorato, ha presentato oggi una proposta di delibera, firmata anche dal consigliere Udc Rocco Belfronte e dal generale Antonino Torre, capogruppo della Lista civica per Alemanno, per l’abolizione delle auto blu del Comune Roma. Secondo Onorato, spiega una nota, “il servizio fornito dal parco auto e’ senz’altro utile, ma puo’ essere svolto con costi decisamente piu’ bassi”.

L’Amministrazione capitolina ha a sua disposizione una flotta di 226 auto di servizio, guidate da oltre 250 autisti. Di queste 117 sono per funzioni operative (la maggior parte consegnano la posta interna e il protocollo) e 109 sono di rappresentanza.

Stando al bilancio comunale, per il noleggio si spendono 5 milioni di euro, 3,5 milioni di euro per il carburante e oltre 9 milioni per gli stipendi del personale (8 milioni e 255mila euro per la retribuzione base, a cui bisogna aggiungere quasi in milione per gli straordinari). Per un totale di oltre 17 milione di euro.

“Bastano poche mosse per eliminare le auto di rappresentanza-ha spiegato Onorato- fare una convenzione con i taxi, digitalizzare l’intero archivio del Comune, impostare i sistemi di comunicazione interna sulla posta elettronica certificata e stringere convenzioni con i pony express. Non e’ possibile che nel 2011 i dipartimenti, i municipi, gli assessorati e tutti gli uffici comunichino ancora tra di loro con il ‘camminatore’. Per non parlare delle delibere precedenti al 1999, che esistono solo in forma cartacea e quindi serve un dipendente che vada a prenderle di persona”. “Applicando queste semplici misure,- ha proseguito- che ogni grande azienda o Comune virtuoso sceglie di adottare, si potrebbero risparmiare almeno 10 milioni di euro ogni anno. Gli oltre 250 autisti, poi, potrebbero essere trasferiti nei municipi per il trasporto dei disabili o per guidare gli scuolabus previsti per legge per le scuole d’infanzia e quelle dell’obbligo. In questo caso il risparmio sarebbe ancora maggiore, perche’ per il trasporto scolastico il Comune spende attualmente circa 10 milioni di euro l’anno”.

“In questo periodo di crisi- ha sottolineato Onorato- in cui si chiedono enormi sacrifici ai cittadini con tagli drastici e aumenti delle imposte, e’ quanto mai necessario che gli amministratori scelgano di dare un segnale forte di sobrieta’. È vero che gli sprechi sono altrove, come in Parlamento o alla Regione, ma anche noi dal Comune possiamo fare qualcosa. Per questo, da oggi, ho deciso di rinunciare all’auto di servizio che mi spetta come capogruppo. Mi auguro che il sindaco Alemanno decida di appoggiare questa proposta, dismettendo il parco auto dell’amministrazione e sposando la linea del risparmio e dell’efficienza”. “Per sostenere questa delibera- ha concluso il capogruppo Udc in Campidoglio- e quella per l’istituzione dell’anagrafe pubblica del patrimonio immobiliare, abbiamo preparato un’importante raccolta firme, con banchetti in dieci municipi della Capitale.

L’obiettivo e’ raccogliere, entro Natale, almeno 10.000 sottoscrizioni: si parte questa domenica da piazza del Popolo, partecipera’ anche il nostro leader Pier Ferdinando Casini”.

 










Lascia un commento