Indignati: De Poli, La Russa fornisce nuovi motivi di protesta

Roma, 15 ott. (Adnkronos) – “Se gli indignati scendono in piazza, non dimentichiamo quelli che rimarranno a casa: sono gli ‘sfiduciati’. A loro dobbiamo rivolgere il nostro messaggio perche’ chi oggi non crede piu’ ai burattini della politica possa ritrovare fiducia in chi, come il Terzo Polo, non vende i propri valori e i propri programmi politici in cambio di una poltrona’. Lo afferma, in una nota, il portavoce nazionale dell’Unione di centro, Antonio De Poli, che si augura non avvengano incidenti perche’ “in quel caso, sara’ la migliore risposta a un governo che pensa alle poltrone con i nuovi incarichi di viceministri e sottosegretari”. ‘E’ scandaloso che La Russa -aggiunge De Poli riferendosi a un’intervista del ministro della Difesa- ammetta che e’ normale che un governo con i numeri ‘piccoli’ dia spazio a nuove nomine. Il ministro fornisce agli indignati una motivazione in piu’ per scendere in piazza e agli ‘sfiduciati’ dimostra che il governo vive su un altro pianeta, quello di chi porta avanti gli interessi di bottega. La gente vuole un governo capace di guidare il Paese oltre la crisi e, se questo non succede, un governo con i numeri ‘piccoli’ deve andarsene a casa con le proprie gambe’, conclude De Poli.










Lascia un commento