Cortei: Voltaggio, applicare le leggi esistenti

(DIRE) Roma, 18 ott. – "Non servono leggi speciali ma una rigida applicazione di quelle esistenti, processi giusti in tempi rapidi e certezza della pena. Qualcosa sempre piu’ raro nel nostro paese dove, partendo dai grandi crimini fino alla microcriminalita’, la giustizia sta dimostrando da tempo di non reggere piu’. La sospensione delle manifestazioni per un mese puo’ essere solo un provvedimento provvisorio, gia’ difficile da digerire. Vogliamo che Roma resti il luogo privilegiato nel quale possa essere manifestato il dissenso in quanto capitale del nostro Paese”. Lo afferma in una nota Paolo Voltaggio, consigliere comunale di Roma Capitale, vicecapogruppo Udc.

“Non v’e’ dubbio pero’ che i cortei e le manifestazioni vanno regolamentati per garantire l’incolumita’ dei cittadini, le infrastrutture della citta’ e le opere d’arte individuando percorsi diversi da quelli tradizionali- spiega Voltaggio- L’indignazione per le violenze e le profanazioni di sabato scorso non basta. Ad esse deve far seguito l’impegno di destra e sinistra ad emarginare le frange estreme e far si’ che chi ha devastato Roma venga assicurato alla giustizia, venga punito senza sconti e paghi i danni”.

“La politica non puo’ piu’ ritardare di rispondere alle difficolta’ quotidiane di famiglie, giovani, disoccupati, precari e alla mancanza di un segnale di superamento della crisi- conclude Voltaggio- Ma questo e’ un altro tema”.










Lascia un commento