Governo: Casini, nostra linea vince,finisce il bipolarismo

(ANSA) – ROMA, 10 NOV – Niente vendette. Saranno gli altri a cercarci. E’ cosi’ che la pensa il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini, in un colloquio con il Corriere della Sera.

‘Ricordate quando tre anni e mezzo fa Berlusconi ci diede un calcio nel didietro – afferma Casini – Adesso potremmo rendergli la pariglia. Invece noi dobbiamo fare esattamente il contrario.

Rassicurare. Ricompattare il quadro politico. Non attaccare nessuno, non andare a cercare nessuno. Tanto, se devono venire da noi, vengono’.

Secondo il leader dell’Udc, ‘Berlusconi ha capito che, se non fa il governo di larghe intese, meta’ partito lo saluta, il Pdl gli si sfalda tra le mani’. Oggi – spiega – ‘la nostra vittoria non e’ il parlamentare in piu’ o in meno che viene da noi. E’ la vittoria di una linea’. Si tratta della ‘scommessa del 2008 sulla fine del bipolarismo; e adesso l’investimento sul governo di responsabilita’ nazionale’.

Casini dice poi che ‘non tornerebbe nel centrodestra neanche se mi offrissero la leadership’, e che ‘non l’accetterebbe’ nemmeno a sinistra. ‘I due poli hanno fallito. Noi – chiude – non dobbiamo trattare alleanze con la destra o con la sinistra; noi dobbiamo essere la cerniera della grande coalizione’.










Lascia un commento