Casini ricorda Gaspari, statisti come lui tornino di moda

(ANSA) – ROMA, 30 NOV – Nasce l’Associazione ‘Amici di Remo Gaspari’, a Montecitorio. E a ricordare il ministro doroteo ci sono il figlio Achille Lucio Gaspari, l’ex presidente del Senato Franco Marini e numerosi esponenti della ex Dc (da Gerardo Bianco a Carra, Mannino, Castagnetti, Tassone) e Pier Ferdinando Casini, leader centrista e presidente onorario dell’Associazione.

‘Era un uomo naturalmente sobrio – e’ il ricorda di Franco Marini – e la politica di oggi deve riscoprire questa sobrieta’.

C’e’ un’immagine di non sobrieta’ della politica in questo momento di crisi che va cancellata’. E Pier Ferdinando Casini, leader Udc: ‘Gaspari era un uomo d’altri tempi, un uomo che era ai vertici ed insieme era uno del popolo, un uomo fuorimoda.

Forse anche il segno della croce fatto dal sottosegretario Saverio Ruperto al momento del giuramento, in un contesto come quello di oggi, puo’ essere considerato fuorimoda. Ma sarebbe meglio che tornasse di moda. La politica sta perdendo il suo rapporto con la gente. L’associazione ‘Amici di Remo Gaspari’ non serve a commemorare ma a trasmettere, non disperdere la memoria dei suoi valori, a costruire progetti e raccogliere idee nel suo nome per lo sviluppo dell’Abruzzo, a ricostruire il senso di cio’ che e’ stato il grande partito popolare che ha trasformato l’Italia, la Dc’.

‘Di nostalgie non ci si puo’ nutrire – conclude Casini – e’ importante coltivare la nostalgia ma sempre in una prospettiva che guardi al futuro’. (ANSA).










Lascia un commento