Regioni: De Poli, Pdl stacchi spina a Zaia

(ANSA) – VENEZIA, 5 DIC – ‘All’indomani dello spettacolo indecoroso del Parlamento padano a Vicenza e’ arrivato il momento della resa dei conti: il Pdl e le forze moderate di centrodestra stacchino la spina a Zaia, altrimenti verra’ travolto dal populismo secessionista di Zaia e compagni’. Lo afferma, in una nota, Antonio De Poli, coordinatore regionale Udc in Veneto e portavoce nazionale dell’Unione di centro, rilanciando l’appello ai moderati del Pdl ad unirsi alle forze del Terzo Polo.

Secondo De Poli ‘la Lega non puo’ trattare il Veneto come se fosse di sua proprieta’, come se avessero da soli il 51% dei voti’. ‘Bisogna tenere conto del fatto – spiega – che c’e’ una parte significativa dell’elettorato di centrodestra che non si identifica nelle urla secessioniste e nelle chiacchiere da bar di Vicenza. A quella parte di elettorato corrispondono le forze moderate del centrodestra che devono svegliarsi e cogliere l’occasione per mandarli a casa. A loro tocca staccare la spina a Zaia e alla Lega prima che sia troppo tardi. Al Veneto e ai veneti non interessano piu’ gli slogan. Nei 1284 giorni la Lega ha occupato le careghe che contano e non ha portato a casa nulla’. Per l’esponente Udc, ‘e’ ora di unirsi contro chi vuole mandare a fondo il Paese strumentalizzando le misure impopolari che il Governo Monti e’ costretto a realizzare per salvare il Paese dal baratro’.(ANSA).

 










Lascia un commento