D’Onofrio: Il 2012 di Nicolas Sarkozy

Nicolas Sarkozy (28-1-1955)  Acquario

Non sempre viene fatto notare che per i nati sotto il segno dell’Acquario – come nel caso di Nicolas Sarkozy – la vita è caratterizzata da improvvisi mutamenti talvolta anche affettivi. Prima di affrontare le questioni più tradizionalmente quella concernente le prossime elezioni presidenziali, sulle quali si vedrà cosa finisce con essere possibile prevedere per i nati sotto il segno dell’Acquario), appare infatti essenziale porre in evidenza il passaggio molto significativo da Cecilia a Carla.

Non si è trattato infatti soltanto di un tradizionale mutamento di dama, anche perché è solo con Carla Bruni che si può parlare di Première Dame per un lungo periodo. Non si è trattato infatti solo di un cambio di dama perché per Sarkozy proprio come capita per i nati sotto il segno dell’Acquario – si è trattato di una sorta di”rivoluzione interiore” e persino di una vera e propria ribellione personale di Nicolas. Tra le caratteristiche tipiche dell’Acquario, infatti, vi è proprio quella sorta di desiderio di cambiare la propria identità, e persino di ripartire in qualche modo da zero. Nel caso di Sarkozy, dunque, questione affettiva e questione politica vanno viste all’unisono, perché il segno dell’Acquario comporta proprio una sorta di simbiosi radicale tra il privato e il politico; una vera e propria compresenza di passato e futuro, vissuti persino in alternativa radicale l’uno rispetto all’altro. Ma non vi è dubbio che per Sarkozy il 2012 significa innanzitutto che si tratta dell’anno delle elezioni presidenziali che si terranno il 22 aprile e il 6 maggio.
Occorre pertanto cercare di avere lo sguardo puntato soprattutto sulle possibili previsioni che si possono fare per quei mesi. Sembra che si possa affermare che per gli Acquario, aprile e maggio saranno in qualche modo una specie di conclusione del loro tempo di passione, in vista di un giugno che dovrebbe essere foriero di buone notizie. Orbene, occorre cercar di capire se per Sarkozy la buona notizia che gli riserverebbe giugno è quella di essere stato rieletto Presidente della Repubblica francese, o se – al contrario – la buona notizia sarebbe proprio quella di non essere stato eletto Presidente. Non vi è dubbio, infatti, che per un Acquario la passione personale coincide sempre con la passione politica: la domanda dunque in questo caso riguarderebbe più Carla che Nicolas. Per Carla conta più essere diventata mamma di Giulia, o rimanere Première Dame? E per Nicolas, fa differenza essere rieletto o no a Presidente della Repubblica?

Ecco perché mai come in questo caso sarebbe indispensabile conoscere anche l’ascendente di Nicolas: ma trattandosi di un francese per acquisizione e non per nascita, è molto importante sapere se l’ora di nascita di Nicolas era anche in Ungheria un’ora legale o no. È di tutta evidenza infatti che mai come in questo caso Nicolas Sarkozy deve tener conto che per gli Acquario il privato è sempre politico, così come il politico è sempre privato. Ne consegue che proprio il rapporto con Carla finisce con l’essere determinante per le aspirazioni presidenziali di Nicolas, così come il rapporto di Carla con Giulia risulta essere determinante persino ai fini dell’importanza o meno della rielezione di Nicolas alla presidenza. Ci sarebbe dunque da sperare che l’ascendente di Sarkozy sia il Leone: con questo ascendente, infatti, è proprio giugno ad essere il mese decisivo.

Di Francesco D’Onofrio, tratto da Liberal del 31 dicembre 2011

2011123134065.pdf








Lascia un commento