Colosseo: Voltaggio, se cade a pezzi ci pensa il Codacons…

(DIRE) Roma, 13 gen. – “Il ministro Lorenzo Ornaghi, il sindaco Gianni Alemanno e la direttrice del Colosseo, Rossella Rea, non hanno motivo di preoccuparsi: se cadranno pezzi dal Colosseo e se uno dei simboli di Roma avra’ un cedimento strutturale, ci pensera’ il Codacons a ricostruirlo”. Lo afferma, in una nota, Paolo Voltaggio, consigliere comunale di Roma Capitale, vice capogruppo Udc.

“Al di la’ di questa battuta evidentemente provocatoria- spiega Voltaggio- non si comprende perche’ il ministro dei Beni Culturali non possa occuparsi della vicenda e incontrare chi ritiene di dover incontrare, senza interessare il Codacons.

Forse la prestigiosa associazione inizia a deviare dal suo specifico e storico compito di difesa dei diritti dei consumatori esercitando una pressante ingerenza nell’amministrazione della citta’ anche con funzioni politiche, che forse non rientrano nella funzione di ‘portatore di pubblici interessi’ che il Codacons- conclude- si attribuisce nella fattispecie; gia’ in precedenti occasioni e’ stata negata la sua legittimazione attiva”.

 










Lascia un commento