Eternit:Libè, ancora troppi morti, serve mappa siti

(ANSA) – ROMA, 16 FEB – “La legge che nel 1992 ha vietato in Italia la produzione di amianto ha anche imposto alle Regioni, rimaste in molti casi inadempienti, il censimento dei siti bonificati. E cosi’ ad oggi, mentre disponiamo solo di dati parziali – la Calabria e la Sicilia non hanno presentato ancora nessun documento -, si continuano a stimare circa 3000 ammalati l’anno per l’amianto, 40 milioni di tonnellate di materiali altamente tossici e quasi 83 mila km di condotte interrate contaminate. Il Governo, anche dopo la storica sentenza di Torino, deve adottare iniziative urgenti per sensibilizzare le Regioni inadempienti e fare quindi pervenire agli organi preposti i censimenti sui siti inquinati, per ottenere una mappatura chiara e omogenea dell’intero territorio nazionale e avviare cosí un piano realistico per la bonifica e il risanamento”. Lo dichiara il deputato e responsabile Enti locali dell’Udc, Mauro Libe’, che ha presentato un’interpellanza ai Ministri dell’Ambiente e della Salute.

 

 

 

 










Lascia un commento