AUTISMO, BINETTI (AP): BELLA SFIDA PER VERO SALTO QUALITA’

(9Colonne) Roma, 5 ago – “La nuova legge sull’Autismo, definitivamente approvata oggi in Senato, rappresenta una bella sfida per fare un vero e proprio salto di qualità sul piano della inclusione sociale per tutti i soggetti che rientrano nello spettro autistico”. Lo afferma Paola Binetti, deputato di Area Popolare: “E’ una delle novità più interessanti di questo disegno di legge che allunga il suo sguardo dal bambino autistico all’autistico adulto. C’è una forte attenzione alla diagnosi precoce e ai trattamenti abilitativi a cui il bambino va sottoposto non appena scatta il dubbio diagnostico, inoltre la legge include un nuovo interesse al sua vita nelle fasi successive: prevede un inserimento a scuola propedeutico a quello che inseguito sarà il suo inserimento professionale, dove si richiedono nuove e diverse modalità di formazione e di capacitazione.In questa legge, che è una legge quadro, e questo è certamente uno degli aspetti più positivi, emerge lo sforzo di prendere in considerazione tutto l’arco della vita di una persona, andando oltre la prevalente medicalizzazione con cui fino ad oggi è stato trattato il ‘bambino’ autistico. Tra i nuovi LEA e le nuove Linee Guida che l’Istituto Superiore di Sanità dovrà pubblicare quanto prima, i bisogni dei soggetti autistici trovano nella legge una declinazione a 360 gradi”. “Questa legge- spiega la deputata- va oltre il naturale e classico coinvolgimento dei neuropsichiatri infantili e dei pediatri, infatti si concentra notevolmente sugli psichiatri, sugli insegnanti, sui professionisti e sugli imprenditori. Un’attenzione particolare, quindi, è rivolta a tutta la società che deve disporsi ad una inclusione effettiva delle persone che rientrano nello spettro autistico”.