Banche: De Poli (Udc), anche in veneto situazione difficile

(ANSA) – VENEZIA, 17 DIC – “Il caso banche che in questi giorni ha sollevato polemiche che, nel merito, possono ritenersi più che legittime, rischia di esplodere anche in Veneto, dove migliaia di obbligazionisti, vale a dire migliaia di famiglie, sembra siano state spinte in passato ad acquistare titoli della Popolare di Vicenza e di Veneto Banca con il rischio che oggi quelle stesse azioni vengano però svalutate con un colpo di mano. Le possibile perdite si aggirano intorno ai 3 miliardi di euro. Mi auguro che il governo e Bankitalia vigilino attentamente sul caso, questo è l’invio che rivolgo all’esecutivo, nella convinzione che il primo obiettivo della politica oggi debba essere quello di tutelare i risparmiatori italiani”. Lo dichiara, in una nota, il vicesegretario nazionale vicario dell’Udc Antonio De Poli.