Buttiglione: ddl Rai un buon provvedimento ma non è vera riforma

Roma, 13 ott. (askanews) – “Il ddl sulla Rai, in discussione in Commissione, va nella direzione giusta ma non è la vera riforma. La Rai, oltretutto, è ormai diventata un groviglio di potentati indipendenti ed è necessario ristabilire l’unità di comando”. Lo afferma Rocco Buttiglione, vicepresidente vicario dei deputati di Area popolare (Ncd-Udc). “Prima di tutto – prosegue – bisogna definire chiaramente cosa sia un servizio pubblico e quale sia la sua missione. Vogliamo una Rai che sia parte del sistema di educazione italiano e non un duplicato della tv commerciale il cui unico scopo è radunare, con ogni mezzo, spettatori davanti al teleschermo per trasmettere spot pubblicitari. Infine, chiediamo che la Rai valorizzi il lavoro italiano e che sappia incrementare, con strumenti trasparenti, la creatività dell’industria italiana. La Rai viene pagata dai cittadini che hanno diritto ad avere un servizio orientato alla cultura e alla promozione umana. Un servizio nazional popolare, nel senso buono dell’espressione, per crescere nella coscienza e nell’orgoglio della propria identità”.