COOPERAZIONE. BINETTI (AP): CONVENZIONE CON KAZAKISTAN FONDAMENTALE

(DIRE) Roma, 11 giu. – “La Convenzione con il Kazakhistan costituisce un passo importante nell’ambito della lotta al terrorismo e alla criminalita’ organizzata transnazionale. Ma per dare piena attuazione all’accordo tra il governo della Repubblica italiana e’ il governo della Repubblica del Kazakhistan e indirizzare una risposta coordinata e globale ai problemi di traffico illegale di droghe, abuso di stupefacenti, prevenzione della criminalita’, terrorismo internazionale e corruzione, in Italia dovremmo attuare con maggiore energia e convinzione politiche di contrasto alla diffusione delle droghe, soprattutto tra i giovani, evidenziandone gli effetti negativi non solo in ragione del loro uso ed abuso, ma anche in ragione delle fonti di approvvigionamento. Spesso i Paesi produttori di droga nell’area medio-orientale lo fanno per procurarsi risorse con cui finanziare guerre e terrorismo”. A dirlo e’ Paola Binetti, deputato del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc) nel suo intervento in dichiarazione di voto sulla ratifica ed esecuzione dell’accordo di cooperazione fra il Governo italiano e quello kazako. “Sappiamo che l’Isis- continua Binetti- finanzia con la droga l’acquisto di armi e questo da’ la misura di come sia complesso intervenire non solo sui produttori e spacciatori di droga, ma anche sul commercio di armi. È necessario puntare su di uno sviluppo alternativo nei paesi produttori di droga, intensificando la giustizia penale contro i grandi spacciatori che spesso agiscono perfino in veste istituzionale. La Convenzione costituisce un passo importante nell’ambito della criminalita’ organizzata transnazionale perche’ riconosce la serieta’ del problema e aumenta la consapevolezza degli Stati sull’importanza di misure di cooperazione”.