Coronavirus: Binetti (Udc), dpcm penalizza famiglie pesantemente

(DIRE) Roma, 14 ott. – “Il nuovo Dpcm risponde ad una inattesa impennata dei contagi in un clima emotivo che mette in carico ai giovani una parte significativa di responsabilita’. Le uscite serali, la classica movida presente in ogni citta’, gli assembramenti per discutere di qualsiasi cosa, anche loro stesso futuro, sono state stoppate con severita’. Ma e’ rimasta in tutti la sgradevole sensazione che a casa non si possa essere piu’ di sei; come dire: nonni, genitori e due figli, per cui salta anche il pranzo della domenica insieme. Con buona pace delle famiglie numerose se per caso i figli fossero quattro o cinque. E’ vero che Conte ha formalmente promesso di non mandare controlli a casa; ma e’ altrettanto vero che e’ stata sollecitata una misura di controllo reciproco, che dovrebbe attivare una specie di sanzione sociale. In altri termini il Dpcm sembra partire dall’assioma che il maggior numero di contagi avviene in famiglia, quindi poniamo limiti e controlli nella famiglia”. Lo afferma la senatrice Paola Binetti, Udc