Decreto Sostegni: Saccone (FI-Udc), servono misure coerenti con gravità situazione

Roma, 16 mar – (Nova) – “Il mio e’ un intervento di plauso per il lavoro fatto da governo e commissione, ma desidero parlare di talune criticità nei lavori in cui il Parlamento non ha svolto un ruolo da protagonista. Troppi no a causa di assenza di relazione tecnica. Inaccettabile. Emendamenti che volevano semplificare e sostenere ad esempio le medie imprese e non solo le grandi imprese. Emendamenti che avrebbero inciso immediatamente sul rafforzamento delle medie imprese. Chiedo, pertanto, al governo e al parlamento di assumere provvedimenti seri, tempestivi e davvero risolutivi degli effetti drammatici della guerra, a cominciare dall’aumento delle bollette divenuto insostenibile. E bisogna intervenire subito”. Lo ha detto in Aula il senatore di Fi-Udc, Antonio Saccone, durante la discussione del decreto legge Sostegni ter.