Disabili: Pasini (Udc), lo Stato tuteli i deboli

La vicenda dei 90enni disabili sfrattati a Roma perchè la figlia dopo la perdita del lavoro è impossibilitata a pagare il mutuo ci impone una riflessione ad ampio raggio. Uno stato che non tutela i più deboli minori, anziani, disabili, malati ha fallito la sua principale missione ossia garantire ad ognuno, come sancito dalla costituzione, una vita autonoma e decorosa. Le istituzioni governo, enti locali, servizi sociali devono sostenere tutti coloro che si trovano in grave difficoltà nelle forme previste dalle leggi e anche con interventi straordinari tipiche delle emergenze. Perchè infatti la vera emergenza umanitaria è nelle nostre città dove ci sono nei vari quartieri e strade persone di ogni età e ceto sociale che sono state praticamente abbandonate al loro destino. Non è un dovere della politica, bensì un dovere dell’essere portatori di grande solidarietà e sensibilità aiutare chi soffre. Spesso lo abbiamo vicino, addirittura sul nostro pianerottolo. Non ce ne accorgiamo o peggio in molti casi volgiamo le spalle. Pertanto occorre una sinergia tra istituzioni, associazioni, cittadini nel tradurre in pratica lo spirito solidale che ha sempre contraddistinto noi italiani durante le guerre, i terremoti, le calamità naturali. Un impegno morale per tutti cattolici, laici, uomini e donne di buona volontà.