DISABILITA’. DE POLI: 100.000 STUDENTI A RISCHIO DISCRIMINAZIONE

(DIRE) Roma, 16 lug. – “L’anno scolastico, a settembre, partira’ ma non per tutti. 100.000 studenti rischiano di essere tagliati fuori. Sull’assistenza ai disabilisensoriali diciamo basta al ping pong delle responsabilita’. Chiedo al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini di intervenire per scongiurare una discriminazione nei confronti dei disabili che sarebbe inaccettabile”. L afferma il Vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli. “In Parlamento, in Legge di stabilita’, abbiamo inserito 70 milioni nel 2016”, sottolinea De Poli che accoglie l’allarme della FISH (Federazione italiana per il superamento dell’handicap): “Tra le regioni c’e’ un caos: in Veneto, ad esempio, la Regione ha stanziato 7 milioni di euro. Risorse giudicate insufficienti. In Italia sono 190.000 le persone con disabilita’ sensoriali secondo l’Istat”, sottolinea De Poli che presentera’ martedi prossimo un’interrogazione parlamentare indirizzata al Ministro Giannini. “E’ inaccettabile che si arrivi ad agosto o settembre, alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico, senza avere certezze sui fondi necessari per garantire il servizio di assistenza. E’ in discussione un diritto sacrosanto: e’ il diritto all’inclusione sociale delle persone con deficit sensoriali. Servono risposte immediate e concrete attuando i principi della legge n. 107 del 2010 (Misure per il riconoscimento dei diritti alle persone sordocieche ndr). E’ una battaglia di civilta’ su cui non intendiamo arretrare”, conclude De Poli