Elezioni: Binetti (Udc), lotta a azzardopatia sia nei programmi

(DIRE) Roma, 19 gen. – “La XVII legislatura fara’ parlare ancora a lungo di se’, soprattutto in materia di gioco. Per le sue contraddizioni, per un approccio solo apparentemente dirigista, dal momento che ha avocato a se stesso tutte le decisioni in questo campo, esautorando il parlamento con vaghe promesse. Mentre in realta’ non ha fatto praticamente nulla per contrastare il dilagare della piaga dell’azzardo, diventandone, piu’ spesso di quanto non si creda, un vero e proprio complice”. Lo afferma Paola Binetti, deputato Udc, che ritiene indispensabile che i partiti e le coalizioni dichiarino la loro posizione in materia di giochi. Nella Tavola rotonda promossa dalla Associazione ICEF, “un punto importante del dibattito sara’ la riflessione sulle scelte della Banca Centrale Europea che ha investito 125 milioni di euro in gioco d’azzardo invece di aiutare le piccole imprese italiane. Alla fine di dicembre la BCE, tramite la Banca d’Italia, ha deciso di comprare anche obbligazioni di una azienda di azzardo online”. Binetti osserva che “la Novomatic sul suo sito web ha confermato l’operazione. Sono 125 milioni di euro di obbligazioni con l’etichetta del Quantitative Easing, ovvero la facilitazione quantitativa con cui la Bce interviene sul sistema finanziario ed economico per aumentare la moneta in circolazione e dunque favorire investimenti e occupazione, con il rischio pero’ di accrescere anche l’inflazione. In questo modo Novomatic ha aumentato notevolmente la sua potenza finanziaria e tecnologica e il suo vantaggio asimmetrico fortemente competitivo sul piano delle tecnologie”. (SEGUE) (Tar/ Dire) 12:07 19-01-18 NNNN