Family day: Binetti, Ap vuole calendarizzazione Family act

(ANSA) – ROMA, 30 GEN – “Il Circo Massimo è già pieno: mancano due ore ed è al top, mentre dalle strade collaterali continua ad arrivare gente. A questo punto si può dire che il mezzo milione di partecipanti è già assicurato. Tantissime le carrozzine, i bambini che corrono, gli adulti che parlano: è il clima tipicamente popolare di chi canta e scherza. E’ l’aspetto informale di un incontro di persone e di movimenti che condividono idee e valori. Si alla Famiglia, si a bambini che hanno diritto di avere vicino fin dalla nascita mamma e papà. Ncd e Udc ci sono. L’atmosfera di Area Popolare appare allegramente impegnata a testimoniare la richiesta di solida tutela per la famiglia, chiedendo l’urgente calendarizzazione del Family Act presentato a luglio scorso. I diritti prima di tutto riconosciamoli a questo mondo variegato di famiglie che stenta ad arrivare alla fine del mese e che vorrebbe avere un figlio in più ma non può permetterselo!” Lo afferma Paola Binetti, deputato del Gruppo Area Popolare. “Lo slittamento del ddl Cirinnà di una ulteriore settimana – prosegue – mostra al di là di ogni ragionevole dubbio che il Governo ha i suoi dubbi, che sa bene che mentre il riconoscimento di alcuni diritti alle coppie omosessuali è un fatto assodato, spingersi oltre è andare verso un terreno disseminato di ostacoli. Sono barriere piccole e grandi che si stanno evidenziando a difesa dei bambini ancora non nati perché non perdano il diritto a nascere con una madre ed un padre. E per chi è già nato,massimo rispetto, massima tutela, ma non facciamone un nuovo modello di bambini senza madre o senza padre”.(ANSA).