Gargano: Negro, regione chieda stato calamità naturale

BARI (ITALPRESS) – “La Regione Puglia intervenga presso il Governo centrale per chiedere il riconoscimento dello stato di calamita’ naturale per San Marco in Lamis e le altre zone del Gargano colpite ieri da un violento nubifragio che ha provocato danni ingenti e disagi alla popolazione locale”. E’ quanto chiede il presidente del Gruppo regionale Udc, Salvatore Negro, che ha espresso solidarieta’ alla popolazione di San Marco in Lamis ed al sindaco del comune garganico Angelo Cera. “Frane e smottamenti di terreno a causa dell’abbondante pioggia hanno messo in ginocchio San Marco in Lamis ed altri Comuni intorno – ha sottolineato il capogruppo Udc. Oltre 150 persone hanno dovuto lasciare la propria abitazione e trascorrere la notte in casa di parenti e amici o nei centri di accoglienza allestiti dalla protezione civile. Le case sono piene di acqua e fango e le strade intasate dai detriti che rendono difficili i soccorsi. Da quanto riferiscono alcune fonti di informazione locale ci sarebbe anche un disperso. Una situazione particolarmente grave che rischia di degenerare se non dovesse smettere di piove, come riferisce anche lo stesso sindaco on. Cera. A tal proposito esprimiamo apprezzamento per il lavoro che stanno facendo le forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri e Protezione Civile. In tale drammatica situazione – ha concluso Salvatore Negro – auspichiamo un intervento della Giunta regionale affinche’ intervenga con urgenza per chiedere il riconoscimento dello stato di calamita’ naturale e predisponga un adeguato intervento economico che dia sostegno alle popolazioni locali colpite dall’evento calamitoso”.

Lascia un commento