Internet: Binetti (Udc), Boldrini merita tutta la solidarieta’

(ANSA) – ROMA, 14 AGO – “Solidarieta’ alla Boldrini. E’ la presidente della Camera dei Deputati, terza carica dello Stato, con un impegno politico che va oltre quello strettamente istituzionale. Due i suoi grandi ambiti di intervento positivo: la difesa e la promozione delle donne e i rifugiati, a cui spesso accosta anche i migranti per garantire loro il diritto alla vita, il diritto civile per antonomasia. La sua linea politica e’ chiara e definita, il suo endorsement a favore di Pisapia non lascia dubbi sulla sua futura collocazione politica in una sinistra alternativa al Pd. Donna di sinistra quindi, schierata dalla parte delle donne e dei migranti, considerati forse come categorie deboli e bisognose di una particolare tutela. Sempre elegante e misurata nei toni e nelle sue affermazioni, eppure cio’ nonostante e’ oggetto di una serie di insulti sul web, che sorprendono per la volgarita’ piu’ ancora che per la loro aggressivita’. La polemica del M5S in Aula, spesso particolarmente pungente quando si rivolge alla presidente, ha un evidente carattere strumentale, politico-mediatico e serve a dare visibilita’ al parlamentare di turno, ma non scade mai nella volgarita’ del web, che ha riscoperto i peggiori insulti sessisti, frutto di una mentalita’ machista, mai del tutto superata. Ed e’ per questo che la Boldrini merita tutta la nostra solidarieta’: come donna prima ancora che come Presidente della Camera. Il rispetto alla carica e’ un fatto dovuto; il rispetto alla persona e’ un fatto voluto.” Lo afferma l’onorevole Paola Binetti, UDC, che continua: “Mi separano dalla Boldrini alcune scelte politiche, legate anche alla sua collocazione, che non condivido; mi separa dalla Boldrin la sua enfasi nell’uso dell’aggettivazione al femminile anche per termini ormai entrati nel lessico comune per la loro impronta bisex. Ma mi unisce a lei il coraggio e la determinazione con cui difende le sue idee e i suoi valori senza paura di scendere in campo con la foga del cavaliere di un tempo”.