L.elettorale: Buttiglione (Udc), con voto anticipato si rischia come in Spagna non-governo e poi nuove elezioni

Ieri alla Camera i 4 Udc non hanno votato fiducia al Governo su manovra
“La coalizione di Governo è a pezzi, fra i suoi protagonisti principali si è all’insulto e alla pubblica denigrazione. Il segretario del Pd addita il segretario di Alternativa popolare al pubblico ludibrio. Con buone probabilità la legge di Bilancio non sarà e andremo all’esercizio provvisorio senza potere dare nessuna garanzia né ai mercati né ai nostri partner europei sulla futura maggioranza e sul programma del futuro governo. Molti prevedono un destino come in Spagna: un lungo periodo di non governo e nuove elezioni”: così l’Onorevole Rocco Buttiglione, presidente della componente UDC al Gruppo Misto alla Camera dei deputati, dove ieri l’UDC compatta non ha votato la fiducia al Governo sulla manovra. “E’ un provvedimento debole in sé – spiega – . E’ stato faticosamente contrattato con la commissione UE sulla base di assicurazioni date sulla futura legge di Bilancio che, con buone probabilità, appunto non ci sarà perché si andrà all’esercizio provvisorio. Ieri non abbiamo partecipato al voto sulla fiducia per lanciare un grido d’allarme”, spiega il presidente della componente UDC alla Camera che si chiede con torno retorico: “Come si fa a dare la fiducia ad un governo che mostra chiaramente di non avere fiducia in se stesso? A quale linea politica si chiede di dare la fiducia? A quella del presidente Gentiloni all’atto del suo insediamento o a quella che vuole far precipitare il Paese verso il voto anticipato senza fare la legge di Bilancio perché si rende conto di non poter fare una legge di bilancio di stampo elettorale che avrebbe desiderato fare?”, conclude Buttiglione.