Marò: Cesa, frutto impegno governo-Ue, ora India cambi

(ANSA) – ROMA, 2 MAG – “E’ il frutto dell’impegno del Governo italiano e del Parlamento europeo che lo scorso gennaio ha approvato una risoluzione in cui è stato chiesto il rimpatrio considerando la detenzione come ‘una grave violazione dei diritti umani’. Le relazioni tra Ue e India sono messe a dura prova: adesso Nuova Delhi abbia un atteggiamento costruttivo”. Così l’europarlamentare Ppe Lorenzo Cesa commentando la decisione del Tribunale dell’Aja sui marò italiani. “La notizia del prossimo rientro di Salvatore Girone ci riempie di gioia. La pronuncia del Tribunale dell’Aja – conclude – restituisce giustizia all’Italia sulla vicenda dei marò”. (ANSA).