Medicina: Binetti (Udc), Governo rifletta su formazione e selezione

LUNEDÌ AL SENATO SEMINARIO CON RETTORI E ORDINARI
(DIRE) Roma, 16 nov. – Bisogna trovare una soluzione “serena per il rinnovamento della facolta’ di medicina” coinvolgendo gli attori principali del sistema. Lo spiega alla DIRE la senatrice Paola BINETTI presentando un seminario sulla facolta’ di medicina in programma lunedi’ nella Sala Isma del Senato. L’appuntamento, dal titolo ‘Numero chiuso a medicina: risorse o tabu” riunira’ rettori, professori ordinari e addetti ai lavori. La speranza e’ di produrre un documento da consegnare ai ministri competenti, della Salute e del Miur, come impegno condiviso. “Oltre al problema del numero dei medici di cui ci sara’ ampio bisogno in futuro- sottolinea la senatrice- la giornata vuole porre l’attenzione sul problema della qualita’ della formazione”. Ogni anno circa 70mila ragazzi vorrebbero entrare nelle facolta’ di medicina, ma solo 10mila ci riescono davvero. L’appuntamento di lunedi’ riunira’ Armando Bartolazzi, sottosegretario alla Salute; Stefania Basili, presidente Conferenza dei presidi del corso di laurea in medicina e chirurgia; Eugenio Gaudio, rettore La Sapienza; Giuseppe Novelli, rettore Tor Vergata; Raffaele Calabro’, rettore Campus Biomedico; Andrea Lenzi, presidente Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze per la Vita (CNBBSV); Giuseppe Familiari del S.Andrea; Gigliola Sica della Cattolica Sacro Cuore; Bruno Giardina, rettore dell’UniCNSBC di Tirana; Sergio Bernardini, ordinario biochimica clinica e biologia molecolare Tor Vergata; Alberto Siracusano, ordinario psichiatria Tor Vergata.