Migranti: Binetti, carta cittadinanza Ue per nuova fase

– “Anche oggi i flussi migratori sono al centro del dibattito politico europeo: le proporzioni assunte da questo fenomeno ci sorprendono di giorno in giorno. Non è la sua dimensione quantitativa quella che suscita le emozioni più profonde, quanto piuttosto la storia di alcune famiglie o le immagini di alcune persone, sono i racconti della madre seduta sulle poche valigie dell’intera famiglia, da oltre cinque giorni, per custodire quel poco che è rimasto in attesa di una opportunità concreta”. Lo afferma Paola Binetti, deputato di Area popolare (Ncd- Udc). “Serve una mappa di opportunità che sia aggiornata continuamente e che consenta a chi vuole collaborare all’accoglienza di sapere cosa fare e come farlo, ma mentre si parla di accoglienza e di inclusione, le immagini sono solo quelle del rifiuto e dell’esclusione. Si era parlato di una sorta di Carta di circolazione europea come segno anticipato di una possibile Carta di cittadinanza europea, con diritti e doveri, personali e familiari, ma anche istituzionali. Diritti doveri di reciprocità: sarebbe bello ripartire da qui, per dare vita ad una nuova fase dell’Unione europea”, conclude la parlamentare.(ANSA).