MIGRANTI: DE POLI, CONTROLLI PRE SCHENGEN? SERVONO PROCEDURE VELOCI PER RIMPATRI

Padova, (AdnKronos) – “Al Governo chiediamo di non restare in attesa dell’Europa ma di agire a tutela di quelle comunità, come quella di Tarvisio, in Friuli Venezia Giulia, che è la Lampedusa del Nord Est. Da lì arrivano centinaia di migranti che poi arrivano nelle altre regioni del Nord tra cui il Veneto. Serve Piano rimpatri con procedure veloci, altrimenti il rafforzamento dei controlli da parte della Questura di Udine rischia solo di essere vanificato”. Lo afferma il vicesegretario vicario Udc Antonio De Poli commentando la notizia del rafforzamento dei controlli nel valico italo-austriaco. Secondo De Poli il punto di debolezza dell’Italia è rappresentato dal fatto che solo 1 un decreto di espulsione su 4 viene portato a termine. “Serve un meccanismo di identificazione e di espulsione con tempi certi e definiti. Solo così potremo arginare l’ondata di arrivi e gestire al meglio l’emergenza umanitaria”, conclude.