Rai: Cesa, sconcertanti parole Rosy Bindi su Ad Sergio

Roma, 14 feb – (Nova) – Sconcertanti le parole di Rosy Bindi sull’Amministratore delegato della Rai, Roberto Sergio. “Strumentalizzare la sicurezza della persona significa incendiare il confronto”. Cosi’ in una nota il segretario nazionale Udc, Lorenzo Cesa. “Vuol dire porre in una situazione di grave rischio Sergio. Eppure, la Bindi dovrebbe ricordare cosa significhi mettere all’indice qualcuno quando questi e’ minacciato seriamente. Parla di liberta’ di opinione ma lo fa a senso unico e poi si rischia di far passare un messaggio devastante, anche se in modo involontario, ossia che le minacce ‘alla insicurezza’ dell’Ad Rai siano quasi giustificate dalla sua posizione che ha, semplicemente, ristabilito un equilibrio che peraltro la Rai ha garantito nei tg e negli approfondimenti a tutte le parti. Ricordo alla Bindi che Roberto Sergio viene da una formazione politica e culturale comune alla sua e che, secondo noi, merita maggiore rispetto e prudenza nel dichiarare, seppur implicitamente, che se lo e’ meritato”, aggiunge.