Referendum: Cera, chi vuole difendere sovranità popolare vota no

(9Colonne) Roma, 25 ott – “L’Udc ‘senza se e senza ma’ si schiera dalla parte del NO. Chi ha da difendere qualcosa vota Sì. Al contrario, chi ha da difendere solo la Costituzione non può che votare NO al referendum del prossimo 4 dicembre”. A dichiararlo è Angelo Cera, deputato UDC che annuncia: “Venerdì prossimo l’Udc in Puglia organizzerà un’iniziativa a Foggia: mobilitiamoci, nei territori, per difendere la Costituzione”. “Il 4 dicembre non si vota per il futuro di Renzi, Grillo o Berlusconi ma il per futuro dell’Italia. Dobbiamo scegliere tra una democrazia in cui vige il principio della sovranità popolare (Il Senato venga eletto dal popolo, non dai partiti nelle stanze di un palazzo) e un sistema istituzionale in cui “un Governo Caterpillar” mortifica il Parlamento con la scusa della velocità e con il mito della stabilità”. “E’ inaccettabile per chi come noi crede nel valore della sovranità popolare accettare la narrativa renziana che, in questi giorni, con le slide su manovra, Equitalia e pensioni, sta tentando disperatamente di distrarre in modo strumentale il popolo italiano. Per queste ragioni l’UDC si schiera sul NO e in Puglia venerdì lo diremo con forza”. L’iniziativa UDC è prevista venerdì 28 Ottobre alle ore 17.30, a Foggia presso il Palazzo della Provincia (Sala della Dogana, piazza XX Settembre): si svolgerà un dibattito -moderato dai giornalisti Filippo Santigliano (Gazzetta del Mezzogiorno) e Piero Paciello (L’Attacco) – alla presenza del vicesegretario UDC Giuseppe De Mita, Marco Follini e Angelo Cera.